It’s Time To Come Back Home

La fine dell’estate e la ripresa del lavoro coincidono con la necessità di riprendere la formazione e il coaching per il personale, esigenza particolarmente evidente in Farmacia dove il lavoro è estremamente dinamico e soggetto a continui cambiamenti. E’ pertanto il momento di attivare Programmi che devono riguardare sia le attività interne rivolte all’organizzazione  e formazione alla vendita degli operatori sia ad aumentare o migliorare la sinergia e il rapporto tra i membri della farmacia.

Il clima e l’armonia che si respirano all’interno del Team di lavoro influenzano le attività al banco e il rapporto con i clienti/pazienti, che devono trovare qualità di servizio, cortesia, competenza e soprattutto disponibilità e sorrisi durante la fase di accoglienza. La qualità della relazione con la clientela è anche la diretta espressione di quanto organizzata è la Farmacia, se sono motivate le persone che vi lavorano e soprattutto se esistono le competenze non solo tecniche ma soprattutto relazionali per poter fidelizzare i clienti e incrementare i fatturati.

La Farmacia non è una Onlus, è a tutti gli effetti un’azienda e come tale deve essere gestita, ovvero necessita di piani commerciali, organizzativi e di formazione per tenere sempre alto lo standard di motivazione e qualità di servizio delle persone che vi lavorano. Proprio per questo Pharmacoaching è una concreta risposta a questa esigenza fornendo piani di Coaching e Formazione per allenare le persone a essere efficaci e produttive elevando il loro livello di comunicazione.

Il nostro obiettivo inoltre è quello di far crescere le persone “rinforzandole” nei loro schemi mentali, nelle loro abitudini e nelle loro convinzioni.

Qualora un operatore non riesca a vendere un prodotto di fascia alta, si dimentichi di fare Cross selling o erroneamente attui la valutazione del potenziale di spesa di chi ha di fronte, è necessario intervenire con azioni mirate per evitare il ripetersi di simili errori.  Ovviamente il quotidiano in Farmacia non è privo di imprevisti che richiedono anche la capacità di definire e organizzare obiettivi, gestire riunioni, identificare i giusti ruoli e mansioni dei collaboratori. Queste abilità gestionali per ottenere il massimo risultato devono essere accompagnate dal supporto di professionisti di provata esperienza. A tutto questo noi di Pharmacoaching non solo diamo risposte ma soprattutto strumenti, competenze e piani di allenamento.

Un’ indagine di alcuni anni fa’ condotta da Federfarma, evidenzia che gli utenti apprezzano in modo particolare la cortesia e la professionalità’ con la quale vengono accolti al banco.  Questo dato deve fare riflettere in quanto esso viene considerato più importante di altre cose come gli arredi, il tempo di attesa per essere serviti, l’assortimento e ulteriori indicatori proposti dal questionario. Dunque la “cortesia” è l’elemento fondamentale ma la cortesia altro non è che una componente della “comunicazione” ovvero quel complesso di azioni che noi attiviamo quando ci rapportiamo con gli altri.

Sappiamo che i gesti, le parole e anche il tono della voce sono elementi in grado di rendere gradevole o meno il modo di comunicare per cui bisogna allenarsi a comunicare nel modo giusto. Sembrerà assurdo parlare di allenamento della comunicazione in quanto la nostra giornata sin da quando eravamo bambini vive di comunicazione con gesti e parole che ci permettono di relazionarci con gli altri, il punto non è comunicare ma comunicare bene e in modo efficace soprattutto se il nostro lavoro comporta relazione con il “pubblico”.

Certo, nei tempi passati questo problema non veniva minimamente preso in considerazione e il farmacista, specie nei paesi e nelle piccole città, veniva considerato come un’autorita’. Molto tempo è trascorso da allora e per dirla come in una vecchia canzone di Bob Dylan “ molta acqua è passata sotto i ponti”,  è quindi necessario oggi accorgersi di questi cambiamenti e adattarsi ad essi con entusiasmo e voglia di migliorarsi.